Informazioni Generali

Il canone RAI per il 2019 è pari a 90 euro.


Il Canone RAI è un’imposta sulla detenzione di apparecchi atti o adattabili alla ricezione dei programmi televisivi.

Secondo la Legge di Stabilità del 2016:> 
“Devono pagare il canone RAI tutti coloro che possiedono, nel luogo della propria residenza, un apparecchio atto o adattabile alla ricezione delle trasmissioni televisive, ovvero qualsiasi apparecchio munito di sintonizzatore per la ricezione del segnale dall’antenna radiotelevisiva.”


Il pagamento del Canone RAI avviene mediante addebito sulle bollette di energia elettrica relative a clienti intestatari di forniture ad uso domestico residente. L’importo di 90 € è suddiviso in 10 rate mensili da 9 €, da gennaio a ottobre.

Se nessun componente della famiglia, tenuta al versamento del canone, è titolare di un contratto elettrico di tipo domestico residente, il canone deve essere versato in un’unica soluzione entro il 31 gennaio 2019 con modello F24


Non si è tenuti a pagare il canone RAI nei seguenti casi:

  • Non si ha la televisione: I contribuenti titolari di un’utenza elettrica per uso domestico residenziale, per evitare l’addebito del canone Rai in bolletta, devono dichiarare che in nessuna delle abitazioni dove è attivata l’utenza elettrica a loro intestata è presente un apparecchio tv, sia proprio che di un componente della loro famiglia anagrafica, presentando l’apposita dichiarazione sostitutiva tramite il modello disponibile sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate.
    Personal Computer, tablet e smartphone, se non dotati di ricevitore del segnale televisivo digitale (specifica antenna tipicamente esterna), NON sono da considerare apparecchi TV, pertanto sono esenti dal canone e per tali apparecchiature non andrà effettuata alcuna dichiarazione sostitutiva.
    .
  • Cittadini ultrasettantacinquenni: I cittadini che hanno compiuto 75 anni, con un reddito annuo non superiore a 6.713,98 euro, per essere esonerati dal pagamento del canone TV possono rivolgersi agli uffici dell’Agenzia per presentare una dichiarazione sostitutiva di richiesta di esenzione.

    La richiesta, accompagnata da un documento di identità valido, deve essere compilata sull’apposito modello pubblicato sul sito internet dell’Agenzia.
  • Diplomatici e militari stranieri: Gli agenti diplomatici e consolari stranieri accreditati in Italia sono esonerati dall'obbligo di corrispondere il canone tv a condizione che nel paese da loro rappresentato i nostri rappresentanti diplomatici ivi accreditati godano di uguale trattamento.

    L’esenzione è inoltre prevista per gli Ospedali militari, le Case del soldato e le Sale convegno dei militari delle Forze armate. La detenzione del televisore all’interno di un alloggio privato, anche se situato dentro le strutture militari, non esonera dal pagamento del canone.

I contribuenti che rientrando in uno dei casi di esonero descritti nella faq “Casi di esonero”, possono ottenere l’esenzione presentando la dichiarazione sostitutiva con l'apposito modello (Quadro A).
Il modello di dichiarazione sostitutiva va presentato ogni anno tramite uno dei seguenti canali:

  • applicazione web sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate;
  • raccomandata senza busta, all’indirizzo: Agenzia delle Entrate Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello abbonamenti tv – Casella Postale 22 – 10121 Torino;
  • PEC con firma digitale all’indirizzo cp22.sat@postacertificata.rai.it.

INFORMATIVA PRIVACY

I dati personali raccolti per la fornitura dell’energia elettrica sono utilizzati, in base alla tipologia di cliente domestico residente, anche ai fini dell’individuazione dell’intestatario del canone di abbonamento e del relativo addebito in bolletta, che, in caso di cliente domestico residente, avverrà senza ulteriori verifiche sulla residenza.


CONTATTI

Per maggiori informazioni, sono attivi i seguenti canali:

  • RAI

    sito web www.canone.rai.it

    Numero Verde gratuito 800 93 83 62, attivo dal lunedì al sabato dalle 9 alle 21

  • AGENZIA DELLE ENTRATE
  • sito web > sezione Canone TV